ALPINISTA ESTREMO, GUIDA ALPINA, EXPLORER.

Marco Confortola Guida Alpina, Maestro di Sci, Tecnico di Elisoccorso,
Formatore per la Scuola di formazione Tec Bosch, convinto Testimonial dell’associazione Assorifugi Lombardia,
vive la montagna a 360 gradi trasmettendo la voglia e la passione per Vivere la Montagna.

Essere una Guida Alpina Internazionale è un onore e accompagnare i miei clienti in vetta un privilegio.

Le tappe importanti

1990
17 settembre 1990 divento Aspirante Guida Alpina, la più giovane d’Italia per 5 anni.
1993
Il 28 giugno 1993 divento Guida Alpina Internazionale, la più giovane d’Europa per 4 anni.
1995
Dal 14 settembre 1995 sono Maestro di sci, disciplina Alpina.

La carriera alpinistica

“A volte penso che sia troppo pericoloso quello che facciamo, mi chiedo se abbia senso.
Mi sembra che ci dimentichiamo troppo facilmente del dono più grande che abbiamo: la vita.
Senza quella niente ha più valore: nessuna montagna, nessuna vittoria.

Guardo verso l’alto e spero che il K2 mi conceda di arrivare in cima, credo di meritarmelo questa volta.”

2016

  • Si riparte per una nuova spedizione

2015

  • Tentativo salita Dhaulagiri 8167 mt. interrotto per evento catastrofico terremoto 25 Aprile e rinuncia tentativo salita per prendere parte ai soccorsi nelle valli Nepalesi.

2014

  •  Tentativo salita Kanchenjunga 8586m interrotto a quota 8450m per ulteriore problema legato ai piedi (successiva piccola amputazione dal Dott.Picchi Padova)

2013

  • 21 Maggio, raggiungo la vetta del Lhotse, la quarta montagna più alta della Terra con i suoi 8.516 m

2012

  • In primavera sono partito per il Dhaulagiri purtroppo però ho dovuto abbandonare il mio tentativo di vetta a quota 7.500 mt. ca. a causa del forte freddo ai piedi.
  • In autunno ho raggiunto la cima del mio SETTIMO “ottomila” ovvero il Manaslu

2011

  • A causa di una caduta con gli sci e alla conseguente operazione alla testa, ho dovuto rinunciare alla spedizione in programma per la primavera 2011 al Dhaulagiri.

2010

  • Lhotse – ho dovuto rinunciare a quota 7.900 mt a causa del forte freddo

2008

  • Durante la spedizione Share Everest 08 ho collaborato assieme a Gnaro Mondinelli e Michele Enzio all’istallazione della stazione meteo più alta del Mondo a quota 8.000 mt. sul Colle Sud del monte Everest
  • K2 via Sperone Abruzzi. Durante la spedizione si è consumata una delle peggiori tragedie alpinistiche, 11 alpinisti hanno perso la vita mentre io sono riuscito a rientrare al base grazie alla fortuna, alla forza fisica, alla determinazione a NON MOLLARE e alle preghiere dei miei famigliari.

2007

  • Cho Oyu 8200 mt. (salita veloce campo base cima-campo base 26 ore)
  • Broad Peak mt. 8047

2006

  • Shsisha Pangma (cima principale 8027 mt.)
  • Annapurna 8091mt. versante nord

2005

  • Concatenamento 4 pareti nord: Ortler, Gran Zebrù, Piccolo Zebrù, Tresero – dedicato a tutte le mamme del mondo – (7 ore e 45 minuti salita)
  • Shishsa Pangma (cima centrale 8017 mt.)

2004

Prima salita valtellinese monte Everest 8848 mt. versante nord

2003

  • Discesa estrema parete nord San Matteo
  • Prima discesa italiana e seconda mondiale parete nord Ortler

2002

Concatenamento 5 pareti nord: Tresero, Pedranzini, Dosegù, San Matteo, Cadini (8 ore e 40 minuti salita e discesa)

2001

Discesa estrema parete nord pizzo Tresero

Corpo Nazionale di Soccorso Alpino

Dal 1994 faccio parte del soccorso alpino come istruttore, tecnico di elisoccorso 118 di base a Caiolo (Sondrio) e dal 1990 al 2003 come vice capo stazione di S. Caterina Valfurva.

Per vivere un'esperienza unica in tutta sicurezza, contattami.